Cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia cutanea cronica a predisposizione genetica che si manifesta in varie parti del corpo con macchie rosse ricoperte di squame bianche. Può essere presente allo stato latente anche per diversi anni, senza manifestazioni cutanee evidenti, per poi comparire in presenza di una o più concause scatenanti. Colpisce entrambi i sessi, a qualsiasi età.

Tra le cause scatenanti: dispiaceri profondi, ansia intensa e continua, lutti, ma anche forti emozioni positive. Può anche comparire a seguito di infezioni batteriche (streptococco) o indotta dall’uso di alcuni farmaci che ne favoriscono la comparsa (interferone, calcioantagonisti, betabloccanti, etc.).

La psoriasi alterna periodi di particolare attività, in cui il velocissimo ricambio delle cellule forma strati che si sovrappongono creando delle scaglie, ad altri in cui regredisce anche fino alla totale remissione. Difficilmente scompare per sempre: la psoriasi ricompare ciclicamente, senza che vi siano chiare costanti.

Essendo una patologia su base genetica, la psoriasi non può essere “guarita”, ma con la fototerapia si può senz’altro ottenere la remissione delle chiazze e mantenere la psoriasi sotto controllo evitando che nuove recidive giungano a livelli fastidiosi. Con la fototerapia, la remissione arriva al 90-100% nel 99% dei casi.



Come riconoscere la psoriasi

La psoriasi si riconosce per la presenza di chiazze di dimensioni variabili a fondo arrossato e ricoperte da squame biancastre o grigiastre. Colpisce principalmente gomiti e ginocchia, regione iliaco-sacrale, cuoio capelluto, mani, pieghe della pelle, ma può arrivare a coprire l’intera superficie del corpo. Spesso provoca prurito e grattando possono esserci lievi sanguinamenti.

La psoriasi non è contagiosa. Data la natura genetica della malattia, non c’è alcuna possibilità di trasmettere la psoriasi per contatto.

Cos'è la psoriasi, come si manifesta e quali sono i sintomi

Sulla base della localizzazione e della natura delle lesioni si distinguono cinque tipologie di psoriasi:

È la forma di psoriasi più comune. Le chiazze sono rosse e gonfie, ricoperte da uno strato argenteo di cellule cutanee morte. Prudono e possono screpolarsi e sanguinare. Si formano più spesso sul cuoio capelluto, sulle ginocchia, sui gomiti e nella zona lombare.

La psoriasi guttata si riconosce per la natura delle lesioni: piccole e puntiformi. Colpisce soprattutto bambini e adolescenti.

Interessa principalmente mani e piedi ed è caratterizzata da pustole bianche contornate da pelle arrossata.

Interessa le pieghe cutanee come ascelle, inguine e seno. Si riconosce per la comparsa di arrossamenti in cui la pelle appare liscia e lucida.

È la forma di psoriasi più rara, ma è anche la più grave perché può portare disidratazione e infezioni. Si riconosce perché arrossamenti (di un rosso molto acceso) e lesioni arrivano a ricoprire quasi tutto il corpo, portando forte prurito, dolore e desquamazione.

Cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia cutanea cronica a predisposizione genetica che si manifesta in varie parti del corpo con macchie rosse ricoperte di squame bianche. Può essere presente allo stato latente anche per diversi anni, senza manifestazioni cutanee evidenti, per poi comparire in presenza di una o più concause scatenanti. Colpisce entrambi i sessi, a qualsiasi età.

Tra le cause scatenanti: dispiaceri profondi, ansia intensa e continua, lutti, ma anche forti emozioni positive. Può anche comparire a seguito di infezioni batteriche (streptococco) o indotta dall’uso di alcuni farmaci che ne favoriscono la comparsa (interferone, calcioantagonisti, betabloccanti, etc.).

La psoriasi alterna periodi di particolare attività, in cui il velocissimo ricambio delle cellule forma strati che si sovrappongono creando delle scaglie, ad altri in cui regredisce anche fino alla totale remissione. Difficilmente scompare per sempre: la psoriasi ricompare ciclicamente, senza che vi siano chiare costanti.

Essendo una patologia su base genetica, la psoriasi non può essere “guarita”, ma con la fototerapia si può senz’altro ottenere la remissione delle chiazze e mantenere la psoriasi sotto controllo evitando che nuove recidive giungano a livelli fastidiosi. Con la fototerapia, la remissione arriva al 90-100% nel 99% dei casi.



Come riconoscere la psoriasi

La psoriasi si riconosce per la presenza di chiazze di dimensioni variabili a fondo arrossato e ricoperte da squame biancastre o grigiastre. Colpisce principalmente gomiti e ginocchia, regione iliaco-sacrale, cuoio capelluto, mani, pieghe della pelle, ma può arrivare a coprire l’intera superficie del corpo. Spesso provoca prurito e grattando possono esserci lievi sanguinamenti.

Psoriasi alle mani: cos'è e come curarla

La psoriasi non è contagiosa. Data la natura genetica della malattia, non c’è alcuna possibilità di trasmettere la psoriasi per contatto.

Sulla base della localizzazione e della natura delle lesioni si distinguono cinque tipologie di psoriasi:

È la forma di psoriasi più comune. Le chiazze sono rosse e gonfie, ricoperte da uno strato argenteo di cellule cutanee morte. Prudono e possono screpolarsi e sanguinare. Si formano più spesso sul cuoio capelluto, sulle ginocchia, sui gomiti e nella zona lombare.

La psoriasi guttata si riconosce per la natura delle lesioni: piccole e puntiformi. Colpisce soprattutto bambini e adolescenti.

Interessa principalmente mani e piedi ed è caratterizzata da pustole bianche contornate da pelle arrossata.

Interessa le pieghe cutanee come ascelle, inguine e seno. Si riconosce per la comparsa di arrossamenti in cui la pelle appare liscia e lucida.

È la forma di psoriasi più rara, ma è anche la più grave perché può portare disidratazione e infezioni. Si riconosce perché arrossamenti (di un rosso molto acceso) e lesioni arrivano a ricoprire quasi tutto il corpo, portando forte prurito, dolore e desquamazione.

Hai la psoriasi? Contattaci per una consulenza.

Siamo specializzati nel trattamento della psoriasi con la fototerapia: una terapia non invasiva, da fare comodamente a casa propria. I risultati sono visibili in breve tempo e hanno effetto a lungo termine.








Autorizzo il trattamento dei dati personali come indicato nella Privacy Policy

PREFERISCI UN CONTATTO TELEFONICO?

Chiamaci dal lunedì al venerdì (h.9:00-18:00) ai numeri: 0171 487 008 oppure 348 265 2560

Hai la psoriasi? Contattaci per una consulenza.

Siamo specializzati nel trattamento della psoriasi con la fototerapia: una terapia non invasiva, da fare comodamente a casa propria. I risultati sono visibili in breve tempo e hanno effetto a lungo termine.








Autorizzo il trattamento dei dati personali come indicato nella Privacy Policy

PREFERISCI UN CONTATTO TELEFONICO?

Chiamaci dal lunedì al venerdì (h.9:00-18:00) ai numeri: 0171 487 008 oppure 348 265 2560